Giardia nel cucciolo di cane

Patologia: Giardiasi, diarrea con Giardia

Animale: Cane, Golden r., maschio, di 4 mesi.

Autore: Dr. David Bettio

Copyright © 2011 | Olikos |Dr. David Bettio, Med. Vet.

____________________________________________

Generalità:  La giardiasi è un’affezione enterica protozoaria dovuta allo sviluppo patogeno di Giardia (Lamblia)Così denominata dal nome del suo scopritore, un tassonomista francese, Alfred M. Giard (1846-1908).  In seguito studiata e descritta dettagliatamente, ad oggi conta più di 40 specie in relazione all’ospite. I gruppi morfologici della giardia sono tre: – Giardia agilis, – Giardia muris, – Giardia duodenalis.  La G. duodenalis è detta anche Lamblia duodenalis ed interessa ospiti come uomo, cane, gatto, ruminanti, suino, cavallo, ecc, ecc. Le forme riproduttive s ono due (rispettivamente vegetativa e quiescente):

  • Trofozoide flagellato. E’ un protozoo unicellulare piriforme,  presenta ventralmente al corpo un disco adesivo che gli permette di aderire alla mucosa intestinale, compromettendola), le 4 coppie di flagelli sono posti ai bordi della ventosa. Al suo perimetro sono presenti delle protrusioni (aventi funzione di recettori biochimici), ovvero dei piccoli rilievi frastagliati il cui scopo è di aderire ai villi intestinali alterando il metabolismo ospite, determinando malassorbimento specialmente nei giovani soggetti interessati.
  • Oociste. Da un oociste si generano due trofozoidi, In pratica è la forma di resistenza del parassita e con peso specifico 1,05 si mantengono sulla superficie dell’acqua (pozze d’acqua contaminate). Le cisti sono suscettibili a essiccamento, calore (50°C), disinfettanti (candeggina 1%, sali quaternari d’ammonio, formaldeide sol. 2-5%, fenolo e cresolo 5%). Resistono comunque a –20°C per 10 ore, a 4°C per più di 2 mesi e 4 giorni a 37°C.

La giardiasi è un infezione protozoaria che infetta molti vertebrati, compresi cane e uomo (detta quindi ubiquitaria)
L’aspetto zoonosico è molto importante, tanto che la giardiasi rappresenta la parassitosi intestinale più comunemente riscontrata nella popolazione umana di molti paesi. Attualmente questa malattia sembra espandersi e negli ultimi anni, numerose indagini hanno rilevato una prevalenza di Giardia nel cane dell’ordine del 10-30%.

Il quadro clinico è aspecifico in molti cani i quali risultano asintomatici (portatori sani). Altri invece possono manifestare disturbi intestinali intermittenti (feci molli con muco, diarrea) e nel tempo sviluppare dimagramento nonostante l’appetito resti presente. Il contagio avviene per ingestione di oocisti emesse nell’ambiente attraverso le feci da parte di soggetti malati, all’interno del quale possono sopravvivere da giorni a settimane. L’assunzione di alimenti o acqua contaminata, il lambimento del suolo ove presenti uova del parassita o la stessa manipolazione di cani asintomatici, oppure oggetti di canile da parte del personale, sono atti che possono contribuire al diffondersi della malattia. Il periodo di incubazione varia da pochi giorni 5-6 a 2-3 settimane. Dopo il contagio è stato constatato che i soggetti parassitati (sintomatici o asintomatici) eliminano con le feci una gran quantità di cisti (sino a un milione per grammo di feci, a seguire per diversi mesi). La diagnosi si rende relativamente semplice e la giardiasi deve essere sospettata tutte le volte che un cane presenti disturbi intestinali, anche sporadici, associati a dimagramento, senza perdita di appetito. L’esame delle feci mediante tecnica di flottazione con solfato di zinco (arricchita o meno) permette di evidenziare le cisti, come anche diverse altre tecniche trovano applicazione (striscio a fresco colorato con Lugol o vetrino dilavato con colorazione di Write x1000; per sedimentazione; Enterotest, ecc).  Poiché l’eliminazione delle cisti può essere intermittente è buona regola ripetere l’esame delle feci per 3 volte, a giorni alterni. Altra tecnica diagnostica si avvale del metodo ELISA grazie al quale si evidenziano gli antigeni-giardia nelle feci.

Trattamento terapeutico convenzionale:

  • Metronidazolo (Flagyl) alla dose di 20-30 mg/kg di p.c. due volte al giorno per almeno 5 giorni.
  • Fenbendazolo (Panacur) alla dose di 50 mg/kg di p.c. in un’unica somministrazione.
  • Associazione di Febantel-Pirantel-Praziquantel (Drontal plus) alla dose di 1-2 compresse per 10 kg di p.c. per 3 giorni da ripetere dopo 8-10 giorni per un solo giorno.

Al trattamento specifico deve essere associata una accurata disinfezione dell’ambiente (box di canili, ciotole, gabbie da trasporto, ecc.) con sali quaternari di ammonio, candeggina 1%, formaldeide sol. 2-5%, fenolo e cresolo 5%.

Trattamento omeopatico specifico e individuale: il cucciolo di Golden r. che visito è in piena forma fisica, lo stato del sensorio è perfetto, non presenta febbre ne sintomi di dolore addominale. L’accrescrimento muscolo-scheletrico è notevole. Mangia voracemente tutto ciò che incontra, compresi sabbia e terriccio. Le feci sono di colore giallo, maleodoranti con odore fortemente acido. e’ un cane attivo, vivace  e ben socializzato. Il cane mangia cibo industriale secco per cuccioli, cioè crocchette puppy. All’esame coprologico per flottazione non si rileva la presenza di parassiti. Si procede quinid per il test antigenico per Giardi che risulta positivo.

Procedo con un cambio alimentare con una dieta casalinga adeguata per un cucciolo di cane e delle integrazioni di cibo industraile ‘grain free’. Questo è un punto fondamentale della cura, poichè modifica radicalmente la popolazione batterica intestinale verso la popolazione saprofita e non patogena, in grado di ottimizzare le capacità digestive e di assorbimento dei cibi.

Alla repertorizzazione emergono questi sintomi omeopatici:

1. SINTOMI GENERALI – CIBI e bevande – indigeribili, alimenti – desiderio

2. SINTOMI GENERALI – CIBI e bevande – strane cose – desiderio

3. FECI – ODORE – aspro

4. SINTOMI GENERALI – CRESCITA in altezza troppo veloce
Diagnosi Differenziale: CALC-C, CALC-P, SIL, HEP, PHOS, CYCL, NIT-AC, SULPHUR.

Prescrizione: CALCAREA CARBONICA 200K monodose, in associazione ad un cucchiaino a pasto di ABCDophilus.

Follow-up: il giorno seguente le feci sono diventate man man sempre più compatte. Al giorno 2 le feci erano normali, sia di colore che di compattezza, la frequenza si è ridotta a 3 volte al giorno con feci poco voluminose (questo è più dovuto al cambio di alimentazione, infatti l’alimento casalingo fa fare feci meno voluminose e di odore meno pungente). Al giorno 7 viene ripetuto il test antigenico per Giardia che risulta NEGATIVO. Non si sono verificate recidive.

Annunci

63 risposte a “Giardia nel cucciolo di cane

  1. Molto chiaro ma in discordanza con quanto spiegato dal veterinario su un punto: alla mia domanda di rischio per noi umani mi è stato detto “assolutamente NO” certo in discordanza con quanto letto. Qual’è la verità?

  2. Salve ho un cucciolo di jack russel , facendo il teast della giardia il cucciolo è risultato positivo. . Ora il mio veterinario li ha fatto una cura di antibiotici (panacur ) ma dopo 5 giorni il mio cucciolo si lamenta come se avesse forti dolori alla pancia curvando anche la schiena sembra sempre masticare a vuoto ..qualcuno puo darmi dei consigli?? Intando domani il mio veterinario li fa una cura di cortisone tra flebo e punture di antidolorifici ..

  3. Per ora provi con cuprum metallicum 30 ch 3 granuli sciolti in acqua mattina e sera. è bene però fare una visita omeopatica approfondita per capire quale cura affrontare e un adeguato piano alimentare senza cibo industriale. Saluti, Staff Olikos

  4. abbiamo cucciolo di labrador (5 mesi) al terzo mese e’ risultato positivo per la giardia, curato con panacur 3 gg, dopo 15 gg risulta ancora positivo, altra cura con panacur e flagyl per 10 gg dopo un mese risulta ancora positivo.Crescita normale, disinfestazione cuccia e ciotole acqua e cibo, feci normali, appetito buonissimo, il veterinario consiglia di non fare altre cure. cosa ne pensa?????

  5. A volte la positività a giardia si negativizza con un cambio alimentare verso una dieta casalinga. Se il cane è a sintomatico anch’io non farei alcuna terapia. Staff Olikos

  6. ho una cucciola che attualmente ha 5 mesi.ma da quando l’ho portata a casa che aveva due mesi e’stata riscontrata la giardia.attualmente nonostante le cure risulta ancora positiva alla stessa.mi chiedo…e’stata trasmessa dalla mamma della cucciola?in caso la risposta fosse no…come ha potuto prendere la giardia a soli due giorni dopo che e’arrivata in casa senza aver avuto contatto con nessun altro cane e con il mondo esteriore dato che non avendo tutti i vaccini non e’stata a contatto con niente e nessuno.la ringrazio anticipatamente.

  7. Gentile Enza, purtroppo la positività alla guardia è un evento piuttosto comune nei cuccioli. Non centra nulla la trasmissibilità dalla mamma ma piuttosto le condizioni ambientali e lo stile alimentare. Non credo che siano sufficienti due giorni per diventare positiva al parassita, è probabile che l’abbia contratta precedentemente all’arrivo a casa. Spesso è sufficiente un cambio alimentare verso una alimentazione a base di carne cruda , verdure e frutta. nel caso fosse ancora positiva è bene investigare per la somministrazione di un rimedio omeopatico adatto al caso.
    Staff Olikos

  8. Salve io da circa uma settama ho un cucciolo di pitbull blu nose di due mesi solo pochi giorni fa ho scoperto avesse la giardia gli è stata data una cura a base di stomorgyl florentero e e panacur ma dopo tre giorni il cane continua ad avere feci mucose con sangue … so che comunque il virus è difficile da debellare ma non voglio che il mio cane continui a soffrire e non voglio Co toni are ad infettare casa come posso fare per curarlo definitivamente? Grazie in anticipo :)

  9. Gentile Jessica, prima di tutto la guardia non è un visus ma un parassita. Se non vuole usare più dei farmaci convenzionali si deve rivolgere ad un collega omeopata. Poi è sempre indicata una dieta di tipo non industriale.
    David Bettio

  10. Salve, ho un cucciolo di bulldog francese di 4 mesi, ha fatto una cura convenzionale per la giardia, ma non ha avuto molti risultati, potrei sapere quale cura omeopatica sarebbe più adatta a lui. Grazie in anticipo

  11. Gentile Danila, in questi casi la cosa migliore è portare il suo cucciolo da un veterinario omeopata. Se mi dice dove abita le potrò indicare in collega più vicino.
    David Bettio

  12. Grazie mille, le sarei molto grata, io abito a rovescala in provincia di Pavia.
    Cordiali saluti
    Danila

  13. Ho due boxer di 6 e 8 mesi con giardia, somministrato Panacur e Stomorgy senza risultati. Vorrei provare con una cura omeopatica puo indicarmi un collega in zona Ravenna o Forli. Grazie in aticipo

  14. Gentile sig.ra Galassi, in zona potrebbe contattare il Dr. Satanassi e il Dr. Venezia.
    Saluti, Staff Olikos

  15. Gentile Danila, purtroppo personalmente non conosco nessuno in quella zona. Potrebbe vedere se c’è un collega sul sito della fiamo http://www.fiamo.it alla voce ‘omeopati accreditati’.
    Saluti, Staff Olikos

  16. Ho il cucciolo di siberian husky di 2 mesi , da 1 settimana ha diarrea molte volte al giorno , veterinario ha trovato giardia , e prescritto antibiotico ( metranidazolo) per 1 settimana associato con Drontal x 3 gg . Speriamo di che guarisca presto !

  17. la mia cucciola a 2 mesi essendo positiva alla giardia ha preso il panacur poi è risultata negativa ma ora che ha 3 mesi fa ancora le feci morbide e abbondanti e sembra un po’ magra, insomma non è cambiato nulla. Posso ridarle il panacur anche se tra pochi gg dovrà fare il 2°richiamo del vaccino tetravalente?

  18. Forse è bene un approccio di tipo diverso, invece del panacur. Comunque ritarderei la vaccinazione a fine trattamento giardia.
    David Bettio

  19. Salve, ha fatto nuovamente le analisi delle feci ed è risultata negativa quindi ha potuto fare il vaccino però ancora fa le feci 3 o 4 volte al dì e a volte normali altre volte un po’ morbide. Il veterinario ci ha consigliato di provare alimenti senza pollo così ha mangiato solo pesce (croccantini, umido e pesce surgelato con riso) ma la situazione è rimasta invariata. Inoltre mangia spesso l’erba del parco però non rigetta.
    Che deve mangiare?
    Grazie

  20. Gentile Antonella, le consiglio di contattare un veterinario esperto in alimentazione naturale.
    Staff Olikos

  21. Buona sera. Ho un cucciolo di rottweiler di 74 gg. . A 65 gg il test giardia era positivo. Tuttavia le feci normali. Il vet ha prescritto panacur x 12 gg. Dopo 2/3 giorni dalla somministrazione di panacur ha iniziato a fare diarrea. Ora il trattamento è arrivato a 7 gg. Ne mancano 5. Il cucciolo mangia ma fa diarrea. Il vet dice di proseguire fino alla fine dei 12 gg. Sto aiutando con florentero mattina e sera. Si alimenta con royal giant puppy. Vorrei un consiglio urgente. Ed eventuale veterinario omeopata in zona brescia. Grazie

  22. Gentile Lucio, la cosa migliore è quella di contattare un collega esperto. Su Brescia non conosco nessuna ma a Bergamo può riferirsi alla dott.ssa Ubbiali. eventualmente può controllare sul sito http://www.fiamo.it alla voce ‘ omeopata accreditato’.
    Buona giornata, Staff Olikos

  23. Buongiorno, il nostro pastore tedesco che oggi ha 10 mesi, nonostante una terapia con panacur + stomorgil per 5 gg e a seguire quasi 4 mesi di cura fino ad arrivare a stomorgil 3 compresse al gg, ha ancora diarrea . Ho sospeso la cura, e non so cosa fare! Il cane sta crescendo bene, mangia puppy hills, e’ vivace, forte.
    Proverò a cambiare alimentazione come da sue indicazioni, ma può indicarmi un veterinario omeopata in zona Como/Milano ? Dove trovo una diete adeguata da seguire?
    Grazie mille

  24. Gentile dottore ho un cucciolo di waimarainer di quasi 4 mesi mai fatte feci ben formate risultato dopo una prima diagnosi sbagliata di gastroenterite positivo alla giardia trattato 12 giorni con stomorgil dopo 10 giorni dalla fine del trattamento risulta ancora positivo ora 5 giorni di panacur inoltre le crocchette che mangia non gli sono appetibili se pero sente odore di altre crocchette o cibi si attiva mi consiglia su Roma un medico alimentarista grazie

  25. Gentile Michele, la prima indicazione da seguire in casi come questo è un cambio alimentare sospendendo l’alimento industriale a favore dell’alimentazione bar o casalinga. Se desidera un appuntamento a Milano, trova le date disponibili sul sito http://www.olikos.org con visite periodiche del dott. Bettio presso la Clinica Veterinaria Isola Verde. Oppure può consultare il sito http://www.fiamo.it alla voce omeopata accreditato dove troverà la lista di colleghi più vicini a lei.
    Staff Olikos

  26. Gentile Cristiana, la prima indicazione da seguire in casi come questo è un cambio alimentare sospendendo l’alimento industriale a favore dell’alimentazione bar o casalinga. A Roma può contattare la dott.ssa Marucelli 340.6631798 oppure la dott.ssa Debenedictis 340.8527786. Oppure può consultare il sito http://www.fiamo.it alla voce omeopata accreditato dove troverà la lista di colleghi più vicini a lei.
    Staff Olikos

  27. Buona sera dottore,
    abbiamo adottato un cucciola di ca 2/3 mesi da napoli. È da noi da domenica 24/5/15. Subito mi sono accorta che c’era qualcosa che non va perchè le feci sono acquose,con muco e traccie di sangue. Le ho dato riso e carote con crocchette della almo natur. Il vet ha fatto il test ed è risultata pos a giarde,coccidi e

  28. Vermi. Adesso siamo al 2 gg di Panacur ma non vedo miglioramento tranne che adesso mangia.come mi devo comportare con la pulizia della casa,del giardino,delle ciotole? Ha defecato sulla moquette in corridoio… ho una paura matta della contaminazione crociata avendo 2 bimbi di 5+6 anni… come alimento la canetta? Nella provincia di bz c’e un omeopata vet?
    Grazie
    Buona sera manuela

  29. Buongiorno dottore,
    Ho un cucciolo di chihuahua di quasi 8 mesi. Il veterinario gli ha diagnosticato la giardia quando aveva 4 mesi e da allora è sottoposto a cicli continui di stomorgyl, ma la giardia non è ancora passata. Ad oggi le feci sono formate ma ricoperte di muco gelatinoso e spesso gli rimangono attaccate al pelo. Non me la sento di fargli fare altri 10gg di antibiotico (pesa solo 2,4kg). Come posso fare? Lui segue già una dieta casalinga prevalentemente a crudo.

  30. Gentile Giulia, solitamente cani con dieta a crudo potrebbero risultare positivi a giardia ma senza sintomi diarroici. Potrebbe esserci una componente per la quale ‘non digerisce il cibo’, forse dovuta alla ricetta che usa oppure ad una componente comportamentale… bisognerebbe capire e analizzare il caso.
    Ha mai provato le terre diatomacee? Sono di aiuto in questi casi.
    Per la prescrizione di un rimedio omeopatico però serve una visita.
    Buona giornata, Staff Olikos

  31. Buongiorno. A Genova quali omeopati veterinari ci sono? Chi mi potrebbe consigliare? Ho un gatto di 18 anni con la guardia e ora abbiamo preso un altro gatto che ha circa 7 mesi, anche lui con la giardia.. Mi hanno consigliato una settimana di Panacur, ma vorrei curarli omeopaticamente. Grazie

  32. Gentile dottore, sono interessata ad una cagnolina di circa 10 mesi trovata abbandonata con i fratellini nelle campagne di Palermo. Purtroppo, dopo alcuni giorni dal suo ritrovamento, la volontaria che l’accudisce si è accorta che non stava bene e il veterinario ha diagnosticato la giardia. E’ in cura da circa 2 settimane con panacur, Rocefin, Stomogyl e non so cos’altro. Da tre gg. ricoverata in clinica per inappetenza. Il fatto che io ho un’altra cagnolina, è ostativo alla sua adozione? C’è pericolo che possa infettarla anche dopo la sua guarigione? Le sarei grata se mi rispondesse al più presto, sono preoccupata ma non voglio tirarmi indietro adesso che ho preso l’impegno di adottarla. Grazie!
    PS: abito a Brescia.

  33. Gentile sig.ra Roberta, contatti pure la Dott.ssa Barbara Rigamonti di Genova, omeopata esperta e cara amica. Saprà darle un sicuro aiuto. Buona serata, David Bettio

  34. Gentile Antonella, il rischio di essere contagiati da giardia è altro in soggetti che non hanno un sistema immunitario intestinale adeguato, come succede spesso nei cuccioli, aggravati da una alimentazione industriale che non sviluppa in modo naturale le loro capacità immunologiche. E’ bene comunque fare attenzione ed evitare le zone dove si possono trovare della pozzanghere d’acqua o acqua stagnante dove la giardia galleggia. Presso il nostro Centro gestiamo molti casi come il suo e il primo consiglio è quello di modificare l’alimentazione e passare ad un cibo biologicamente appropriato come la barf o la dieta casalinga e sospendere il cibo industriale. Questo spesso è sufficiente da se per guarire da giardia. Se invece il problema persiste si potrebbe rivolgere ad un veterinario omeopata con il quale iniziare un percorso di cura specifico per il suo cane e la sua situazione. Se desidera può prendere appuntamento presso il nostro Centro telefonando allo 0521.1744964 oppure anche a Milano controllando le date disponibili https://olikos.org/2011/09/01/visite-omeopatiche-per-animali-a-milano/
    Buona serata, Staff Olikos

  35. Dottore buonasera
    Al mio pastore tedesco è stata diagnosticata la guardia nel gennaio 2014. All’epoca aveva 7 mesi. Dopo tutte le cure protocollari contro la giardia ad oggi (1 anno e 5 mesi) il mio cane risulta ancora positivo al test x la giardia. Si gratta continuamente ogni 5 minuti e continua a dimagrire nonostante l’appetito non le manchi. Sono disperata perche non so più cosa fare…

  36. Salve dottore,
    Ho un cucciolo di cocker di tre mesi, quando l’ho preso ho scoperto che aveva i coccidi e gli abbiamo dato una dose di procox, il piccolo però continuava ad avere la diarrea anche con muco e sangue, essendo allora io una biotecnologa ho deciso insieme al veterinario di fare il test dell’antigene della giardia ed è risultato positivo. Il veterinario mi ha dato il panacur e domani è la terza ed ultima dose ma il cucciolo oltre a mangiarsi le feci appena mi distraggo continua alternando feci normali e feci molle. Come alimentazione ( pensando che fosse intollerante a qualche alimento) gli sto dando exclusion puppy ipoallergenico cervo e patate! Mi sa dare qualche consiglio?

  37. Gentile Rosita, la cosa che le consiglio è di contattare un veterinario omeopata esperto nella sua zona. Solitamente una dieta naturale adeguata e un rimedio coretto sono sufficienti a negativizzare la giardia.
    Staff Olikos

  38. Gentile Dott.ssa Giorgia, la cosa che le consiglio è di contattare un veterinario omeopata esperto nella sua zona. Solitamente una dieta naturale adeguata e un rimedio coretto sono sufficienti a negativizzare la giardia.
    Staff Olikos

  39. Buongiorno! Ho una situazione molto simile a quella descritta inizialmente: un cucciolo di golden retriever di 4 mesi in ottima salute, vorace, con la giardia che non si riesce a debellare, testata varie volte. Ha fatto un primo ciclo con Panacur poi un secondo con Stomorgyl e un terzo con Stomorgyl 10 1 co per 3 settimane. Appena finisce la terapia si ripresentano feci molli e non formate. Mangia solo croccantini Golden Eagle, potrei provare a dargli quei due rimedi omeopatici che citava? Altrimenti a Roma mi sa indicare qualcuno che possa aiutarmi? Grazie mille! (Sono molto preoccupata)

  40. Salve sono Sara, ho un bulldog francese di 5 mesi, da quando è arrivato in casa ha sempre avuto diarrea, 15 giorni fa é risultato positivo al test sulla giardia così è stato sottoposto ad una cura a base di flagyl ed un’alimentazione a base di riso , patate lesse, carne cruda e ricotta. La situazione sembrava migliorata ma oggi ha riniziato a fare le feci molliccie e gialle.
    Cosa posso fare? Avere questi parassiti per lungo termine può essere pericoloso per il cucciolo?

  41. Buongiorno dottore potrebbe consigliarmi un veterinario omeopatico bravo in Friuli Venezia Giulia ? Io sono di Udine. Grazie !

  42. Gentile dottor Bettio,
    sono una studentessa di veterinaria che ha uno shiba inu di 10 mesi, del giorno che l’ho portato a casa (2 mesi e mezzo di età ) ha sempre avuto problemi gastroenterici , prima rigurgitando succhi gastrici continuamente, cambiatagli l’alimentazione con un mangime senza cereali il sintomo è scomparso. Dopo poco sono arrivati i coccidi, che hanno devastato il suo intestino portandolo ad una condizione di diarrea pressoché cronica. Una volta debellati ,sono passata da mangimi ipoallergenci a grain free ma senza ottenere risultati significativi. Tra alti e bassi negli ultimi periodi la diarrea era peggiorata e dall’analisi delle feci è risultata la presenza della giardia. mi è stata consigliata una terapia di 5 giorni di Panacur, un intervallo di una settimana e a seguire altri 5 giorni di terapia. Dal coprologico anche dopo il primo ciclo le feci si sono negativizzate, stiamo comunque facendo anche il secondo ciclo.
    E’ da molto tempo che desidero passare ad una alimentazione fresca ( Barf o casalingo) ma con tutte queste complicanze trovare un momento in cui iniziare a fare un così drastico cambiamento sembra non arrivare mai…. Nel frattempo il cucciolo non è cresciuto come avrebbe dovuto ed è abbastanza magro, pur essendo comunque stato sempre molto vitale.
    finito questo ciclo di panacur mi è stato consigliato di aspettare una decina di giorni e rifare l’analisi delle feci , dopo di che spererei finalmente di poter iniziare la nuova alimentazione , volevo solo chiederle come poter iniziare nella maniera più indolore possibile per il nostro intestino così problematico.
    sarei davvero desiderosa di portarle il piccolo per una visita, esami e lezioni permettendo, essendo io di Ravenna ma frequentando a Perugia, perché davvero non so più come aiutare questo cane.
    Grazie dell’attenzione
    Carolina Paribelli

  43. Gentile sig.ra Paola, mi spiace se le rispondo solo ora. nella mia esperienza la prima cosa da modificare è il cibo passando da quello industriale a quello casalingo, adeguato per il suo cane. A Roma potrebbe contattare la dott.ssa Silia Marucelli.

  44. Gentile sig.ra Sara, mi spiace se le rispondo solo ora. nella mia esperienza la prima cosa da modificare è il cibo passando da quello industriale a quello casalingo, adeguato per il suo cane. Inoltre andrebbe usata una terapia specifica per il suo cane . L’omeopatia è una terapia personalizzata e le consiglio di rivolgersi ad un veterinario omeopata competente vicino a lei.
    Staff Olikos

  45. Gentile Carolina, forse è arrivato il momento di cambiare alimentazione in tempi brevi. nella mia esperienza le verminosi scomparso al cambio di dieta passando dalla dieta industriale a quella a crudo, adeguata e bilanciata. Magari affinando una terapia omeopatica personalizzata . Potresti consultare il sito http://www.armonieanimali.com
    per capire se puoi trovare un aiuto vicino a Perugia . Altrimenti chiamami pure allo 0521.1744964 per un appuntamento quando rientri a Ravenna che non è poi così distante da Parma.
    David Bettio

  46. Gentile dottore, volevo un informazione sull’ effettiva durata infettiva della giardia, mi è stato detto ad esempio, che la parvovirorisi una volta debellata può restare nell’organismo 9 mesi e quindi contagiare altri cani; anche per la giardia funziona cosi? se si, per quanto un cane rimane contagioso? la ringrazio per la delucidazione.

  47. gentile dottore, volevo chiederle un informazione, un cane che ha sofferto di giardia, curato e guarito, per quanto tempo rimane portatore? Ad esempio mi è stato riferito che la parvovirosi permane, anche dopo la guarigione, per 9 mesi. E’ corretta quest affermazione? La ringrazio anticipatamente per le delucidazioni.

  48. Gentile Francesca, trova alcune brevi indicazioni sulla Giardiasi del cane in questo post : https://olikos.org/casi-clinici/malattie-parassitarie/4022-2/
    . In realtà nell’intestino dei cani permangono e vivono molti batteri parassiti, spirochete , virus e protozoi per tutta la vita, l’importante è che si attuino dei regimi alimentari biologicamente adeguati alla specie , che gli animali non vengano continuamente medicalizzati con farmaci che hanno effetti sul microbioma intestinale (https://olikos.org/2016/03/20/il-microbioma-intestinale-salute-e-malattia-di-cane-e-gatto-passano-da-qui/).
    Staff Olikos

  49. Salve, ho un piccolo meticcio di 6 mesi (taglia piccola) soffre di feci molli alternate da periodi di feci normali (si normalizzano solo dopo cura antibiotica). Ho fatto vetrini feci e test per la giardia ma non è uscito nulla.ho cambiato gia due maeche di croccantinj…ma nulla. cosa devo fare? Grazie

  50. Gent.mo Dott. Bevio,
    ho preso con me in casa due gattini di circa 10 giorni perché abbandonati dalla mamma gatta.
    Li sto alimentando con il latte in polvere e biberon ogni due ore. Hanno appetito e fanno regolarmente i loro bisogni.
    Per sicurezza, avendo già due gatti in casa, entrambi di circa 1 anno e mezzo, ho portato le feci a far esaminare.
    Sono risultati positivi alla giardia ed al protozoo Cryptosporidium.
    Essendo così piccoli immagino non si possa dare alcun tipo di medicinale.
    Ho timore che possa incidere sulla loro crescita e sulla loro stessa vita.
    Un ulteriore pensiero è rivolto ai miei altri due gatti che possono entrare anch´essi in contatto con i parassiti, nonostante stia cercando di tenerli fuori dalla stanza in cui ci sono i cucciolo.
    L´appartamento ahimè non è grande; come posso evitare il contagio nel migliore dei modi? Premetto che lavo gli asciugamani etc a 90gradi.
    La ringrazio per l´attenzione dedicatemi.
    Cordiali saluti.

  51. Salve dottore, ho una cagnetta di 3 mesi presa dal canile, risulta positiva alla giardia, sta facendo cura di panacur e florentero. è a contatto con altri due cani miei, ho paura che possa passargliela… è possibile? Se si, come posso tutelare gli altri cani?

  52. Buonasera, io ho un cucciolo di bouledogue francese di 4 mesi, ha la giardia., curato inizialmente con panacur 10 giorni in seguito ancora positivo, poi 20 giorni con flagyl che terminerà giovedì. Io non vedo grossi miglioramenti, le feci sono molli e le fa circa 7 volte al giorno.
    Mangia alimento secco al pesce grain free. Abito a Lugano- Svizzera
    Cordiali saliti

  53. Salve Dottore David Bettio, mi chiamo Cristina Rocca ho tre cagnoline: due chiuaua e una maltesina. La prima chiuaua ha 2 anni mentre la seconda ha 4 mesi e la maltesina ha un anno. Le ho prese da due allevamenti diversi. La piccola chiuaua di 4 mesi purtroppo ha manifestato diarrea con gelatina e gocce di sangue e qualche piccolo rigurgito. Di notte non riusciva a dormire e strillava probabilmente dal maldipancia. Abito a Desio e l’ho portata alla Clinica dove abito e su consiglio del medico dopo l’esame delle feci è risultata positiva alla giardia. Le altre due cagnoline avevano già seguito l’esame ed era risultato negativo, ma sono state sottoposte all’esame un anno fa. Quindi visto che credo molto al l’omeopatia vorrei sapere cosa mi consiglia e vorrei anche passare ad una dieta alimentare naturale casalinga, cosa che tutti i veterinari mi hanno sconsigliato. Ora la piccola chiuaua mangia Royal Canin Sensitivity ( da dare almeno per un mese). Vorrei anche sapere se è possibile fare una visita da lei. Ho visto che lavora alla Clinica Veterinaria Isola Verde a Milano. Se lavora in una zona più vicino a Desio per me sarebbe meglio.
    Spero di ricevere una sua risposta
    La ringrazio
    Cristina Rocca

  54. Gentile sig.ra Tiziana, nella mia esperienza il problema della giardia si risolve spesso in modo definitivo con una adeguata dieta a base di cibo crudo e una terapia omeopatica anche di breve durata.
    David Bettio

  55. Gentile Francesca, nella mia esperienza il problema giardia si risolve spesso in modo definitivo con un adeguato cambio alimentare adottando una dieta a base di cibo crudo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...